bottoni_img_TW_faq

Se volete fare domande su The Wall, potete inviarle su Ask, su Twitter o utilizzando il modulo apposito di questo sito per mandarle via mail!


The Wall è una storia che hai inventato tu?
Sì! Soggetto, sceneggiatura, disegni e colori! : D


Ma The Wall l’hai colorato tutto da sola? Perché mi sembra uno stile di colorazione così diverso dal solito
Sì, l’ho colorato tutto io : )
Ho utilizzato un metodo di colorazione diverso dal solito, cioè personaggi in cell shading e ombre un po’ più pittoriche per gli sfondi. Ho fatto diverse prove per decidere come colorare The Wall, dovevo trovare un giusto equilibrio tra colorazione efficace, gradevole da vedere, in linea con il fumetto e soprattutto veloce, visti i tanti progetti a cui dovrò stare dietro durante il prossimo anno. Credo, a detta di chi ha commentato le prime tavole, di aver trovato un buon compromesso e ne sono felice!


I nomi dei personaggi sono molto particolari, su Facebook hai detto che sono un omaggio per intenditori, io mi sono scervellata ma non so proprio da dove vengono! Help?
Eheheh! Dai, non era proprio facile, quindi tranquilla!
I nomi dei personaggi principali di The Wall, o per meglio dire… i soprannomi (visto che il loro vero nome è in realtà il numero), sono quasi tutti tratti da Piloti di Viper e Raptor di Battlestar Galactica! Una delle mie serie tv preferite in assoluto. Ho voluto omaggiare così una storia che adoro e che ho visto così tante volte da conoscere ogni battuta e ogni inquadratura a memoria! xD


Come mai hai deciso di pubblicare “The Wall” con la Shockdom? Era un progetto che avevi intenzione di fare già da tempo come webcomic?
“The Wall” era un soggetto che avevo scritto tempo fa e conservato per poi poterlo riprendere in futuro. L’ho tirato fuori e sviluppato appositamente per Shockdom, dopo che mi avevano proposto una pubblicazione : )


Come hai deciso il nome della città in cui è ambientato The Wall?
Il nome “Safe Esperia” deriva da una nave prigione degli anni 30. Inizialmente, infatti, i personaggi della storia vivevano su una enorme nave. L’idea poi è stata accantonata perché non mi avrebbe permesso di fare alcune cose che non volevo eliminare dalla trama, così ho optato per una città-fortezza.


The Wall lo stai facendo a mano (eccetto il colore) o a computer lo schizzo e a mano le chine?
Solitamente faccio tutto a mano. Ma nel caso di The Wall, avevo delle tempistiche molto strette ed ho fatto alcuni layout al computer, per cercare di costruire le vignette più velocemente possibile. Ma le tavole le faccio sempre e comunque in tradizionale, matita su fogli F4. Colore digitale!


Leave a Reply

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Website